Top & Flop

Consigli del mese: film natalizi & storie emozionanti

Anche novembre è giunto a termine e queste sono le storie che mi hanno accompagnato in questo mese. Tra i film troverete solo consigli natalizi, perché nella mia testa superato Halloween Michael Bublé esce dall’armadio e ci rietra solo il 6 gennaio. Ma anche se non siete persone particolarmente amanti del Natale potreste trovare ottimi consigli tra i libri e le serie TV. Certo che non so come possiate essere qui se non siete amanti del Natale.

Serie TV

Locandina Upload S1

Upload S1 (Amazon Prime)

Dopo aver finito di vedere la stagione confermo il giudizio anticipato nei TOP & FLOP di ottobre. Upload è una serie da vedere assolutamente. Temi interessanti e personaggi ben costruiti portano avanti una trama eccezionale, mai scontata e ricca di colpi di scena, soprattutto nel finale. 

Come in A Good Place la storia è ambientata nel mondo oltre la vita, solo che in questo caso il paradiso è digitale. Nathan, il protagonista, si ritrova a Lake View” un paradiso di proprietà della famiglia della sua fidanzata. Solo che c’è qualcosa di molto strano nella sua morte e nei suoi buchi di memoria. Con l’aiuto di Nora, il suo “angelo virtuale” dovrà provare a capire qualcosa di ciò che sta succedendo nel mondo reale.

La serie è stata rinnovata per una seconda stagione ed inizialmente si vociferava che sarebbe uscita nel 2021. Siamo però a novembre e ancora non ci sono notizie, quindi suppongo che si dovrà aspettare almeno sino al 2022 per saperne qualcosa.

Resto in attesa.

Hilda S-2 (Netflix)

Locandina Hilda

Una delle serie animate più belle degli ultimi tempi. È stata scritta per bambini sotto i 10 anni, ma ha una cura per il disegno e l’animazione e una trama talmente interessante che può essere apprezzata da chiunque ami viaggiare con la fantasia. Tra animali fantastici, avventure e magia questa storia è semplicemente meravigliosa.

Hilda è una bambina abituata a vivere in mezzo ad un bosco che, per una serie di vicissitudini che non vi racconto non sapendo se avete visto la prima stagione, si trasferisce in città: Trollberg. Una città che da secoli si difende dai troll che vivono nel bosco circostante, questa seconda stagione ha un forte legame con questa “problematica”.

In uscita a breve, sempre per Ntflix, dovrebbe esserci un film, che riprenderà il filo dalla fine della seconda stagione e aggiungerà alcune storie tratte dal libro Hilda e il Re Montagna, di Luke Pearson.

Non è una serie natalizia, ma visto che per me Natale è la festa della famiglia può essere comunque un consiglio natalizio. Una bella serie animata da guarda tutti insieme nelle fredde notti di fine dicembre.

Steven Universe Future (Boing)

Decisamente la serie animata più bella di tutti i tempi. Ma su Boing dovrebbero licenziare chiunque si occupi della programmazione e impedirgli di lavorare in quest’ambito a vita. 

In questa sesta e ultima stagione di Steven Univers troviamo uno Steven che è diventato grande, gli eventi sono ambientati dopo Steven Universe: Il film e finalmente giungono al pettine tutte le problematiche derivanti da un’infanzia difficile come quella di Steven. 

Paura dell’abbandono, sindrome dell’impostore, incapacità di manifestare le emozioni. Tutti sentimenti che sono normali in un bambino a cui è stato chiesto di crescere troppo velocemente. Ed è proprio in questa capacità di mostrare in maniera semplice e diretta attraverso un cartone tutta questa complessità che Rebecca Sugar per me è un genio indiscusso dell’animazione. 

Nota negativa, io non ho voluto scaricarlo illegalmente, quindi mi sono dovuta sorbire la terrificante programmazione di Boing, che ha messo le puntate in ordine sparso. Un’incompetenza e un menefreghismo unico. Poi ci si chiede perché la televisione stia morendo sotto la spinta dello straming.

Anche questa serie potrebbe rientrare tra i consigli natalizi allo stesso modo di come potrebbe essere un consiglio natalizio Hilda.

Film (Consigli natalizi)

Vi avviso da subito, se non siete amanti del Natale potete saltare del tutto la sezione film questo mese! Tra l’altro, direi che per quanto riguarda la programmazione natalizia Netflix vince a mani basse. I consigli natalizi sono tutti originali Netflix, probabilmente dopo Claus ci hanno preso gusto

Locandina love hard - consigli natalizi

Love Hard (Netflix)

Per me novembre è il mese in cui si entra nel mood natalizio ecco perché natalizi sono la maggior parte dei film che ho visto.

Love Hard è una classicissima commedia romantica di Natale. Un film carino per passare un pomeriggio piovoso seduti al caldo sul divano e con una bella cioccolata calda in mano. Il clima natalizio però si sente poco, è giusto lo sfondo per rendere plausibili determinati accadimenti. 

Se invece del clima natalizio ricercate però una storia tenera, divertente e che faccia anche riflettere sul mondo degli appuntamenti al buio attraverso le app di incontri, è il film che fa per voi. 

C’è da dire che mi ha fatto venir voglia di rivedere Love Actually e forse anche questo è un punto a suo favore.

locandina jingle jangle - consigli natalizi

Jingle Jangle: Un’avventura natalizia (Netflix)

Lui si che è un film di natale con tutte le maiuscole al posto giusto. Tra i consigli natalizi è sicuramente quello che vi raccomando maggiormente

Non si parla di Babbo Natale, ma di un giocattolaio straordinario che però viene imbrogliato dal suo aiutante e perde così tutta la fiducia nelle sue capacità e l’interesse verso il suo lavoro. Sarà la piccola nipote di Jeronicus Jangle a cercare di far tornare il nonno il grande inventore di un tempo.

Ritagliatevi due orette di tempo (è abbastanza lungo) e godetevi questo meraviglioso musical natalizio. È una storia davvero magica e straordinaria, esattamente il mio modo di vedere il Natale. Ossia ricco di meraviglia, affetti e bellezza.

Il film è uscito nel 2020, ma visto che io l’anno scorso non sono riuscita a recuperarlo lo eleggo miglior film di natale del 2021. 

Un bambino chiamato Natale (Netflix)

Locandina Una bambino chiamato natale - consigli natalizi

In questo caso oltre al film direi che vi consiglio anche la lettura del libro omonimo “Un bambino chiamato Natale” di Matt Haig. Autore del quale vi abbiamo già parlato qui su Chiacchiere Letterarie. Altro motivo per il quale vederlo, prima ancora di conoscere la trama è la presenza di Maggie Smith nel cast. 

Nikolas, il bambino protagonista del film, è orfano di madre. Lui e il padre sono poverissimi e vivono in una casetta sperduta in mezzo ai boschi. Un giorno il re convoca alcuni uomini del suo regno e gli chiede di partire per cercare qualcosa che possa riportare la speranza nel regno. Il padre di Nikolas, insieme ad un manipolo di altri uomini decide di partire alla ricerca degli elfi, sperando in una lauta ricompensa da parte del re. Quando Nikolas decide di andare alla ricerca del padre inizia il viaggio di formazione che lo porterà (spoiler che spoiler non è) a diventare il portatore della speranza. 

Se cercate un nuovo classico di Natale questo è il film che fa per voi (o il libro). Amore, famiglia, speranza, fiducia. Tutto ciò che il Natale dovrebbe trasmettere sono rinchiuse in questa piccola perla cinematografica.

Audiolibri

1984 di George Orwell (Daniele Ornatelli)

Questo libro decisamente non rientra tra i consigli natalizi, ma era più di un decennio che mi riproponevo di rileggere questo romanzo. Solo che non trovavo mai il tempo per dedicargli la giusta attenzione. Grazie all’audiolibro sono finalmente riuscita a recuperarlo e, detto sinceramente, credo che l’esperienza di ascolto sia stata anche più interessante rispetto ad una rilettura. 

L’ho trovato un po’ più lento rispetto a quanto ricordassi la prima volta, quindi la lettura è riuscita a farmi superare bene anche i momenti che, probabilmente, leggendolo autonomamente avrei saltato. Ho poche cose da dire su questo libro, come ho scritto anche su Goodreads. Semplicemente vorrei che tutte le persone che dicono “viviamo nel mondo del Grande Fratello” prima il libro lo leggessero. Dopodiché possiamo anche discuterne.

Libri

Ascoltate il matrimonio di John J. Osborn

Io non so perché questo libro sia così poco conosciuto, personalmente lo darei come lettura obbligatoria a tutte le persone che decidono di sposarsi.

Per quanto la terapia di coppia narrata in questo romanzo sia solo frutto della fantasia dell’autore, il fatto che sia basata su una sua esperienza personale rende la storia meravigliosamente reale. E il percorso intrapreso dai protagonisti è estremamente utile anche per il lettore. Consigli che in realtà non sono solo per i coniugi, ma che valgono per tutti i tipi di relazione, soprattutto quelle che non vorremmo avessero una data di scadenza.

Ecco perché Ascoltate il matrimonio potreste leggerlo anche come Ascoltate chi amate. Ascoltatelo davvero. 

separatore

giornamenti sulle nostre attività puoi iscriverti alla NEWSLETTER o al nostro canale Telegram!
Mentre per sostenere Chiacchiere Letterarie e la rivista Chiacchiere d’Inchiostro, oltre che aiutarci a portare sempre nuove recensioni e ampliare le nostre attività, fai un salto su Ko-fi!

Valentina on FacebookValentina on InstagramValentina on Wordpress
Valentina
Lettrice onnivora, educatrice, mamma.
Dei libri amo la capacità di mostrare la complessità del mondo che ci circonda, forse per questo tra i miei generi preferiti rientrano fantascienza, fantapolitica, fiabe tradizionali e saggistica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.