Recensioni

Recensione- L'Origine della Notte

L’ ORIGINE DELLA NOTTESALVATORE STEFANELLI


23 ottobre 1873. Il giovane Il’ya fa ritorno a casa dopo anni di lontananza. Suo padre morente, Signore di Klyuvyi, custodisce il segreto sulla morte di sua madre. L’incontro tra i due, che è preludio a un assassinio, è l’occasione per rispolverare gli antichi dissapori e spogliare la verità dell’odio reciproco. Il’ya scoprirà a proprie spese cosa significa avere nelle vene il sangue dei Draugupyr, quale mostro si cela nell’animo suo e in quello di suo padre. Un conflitto generazionale senza tempo, un amore impossibile, una vendetta all’ultima goccia di sangue.

L'Origine della Notte è un racconto dall'ambientazione gotica molto caratteristico e piacevole da leggere; seguendo la migliore tradizione vampiresca ci troviamo alla fine del 1800, in una non meglio precisata regione dell'est (ipotizzo confine russo dai nomi dei personaggi, forse Romania), dove il nostro protagonista, Il'ya, è vissuto gran parte della sua vita presso la tenuta di famiglia, governata da suo padre, Signore dei Draugupyr, i vampiri.
Il racconto, lungo circa 26 pagine e scritto sotto forma di diario, alterna scene presenti, incentrate sull'incontro di Il'ya con suo padre, a frammenti e ricordi del passato, dalla nascita di Il'ya, rivista con gli occhi del padre, alla sua crescita e infine al suo allontanamento dalla tenuta. Pagina dopo pagina, con uno stile molto diretto e scorrevole, ci viene svelato il mistero che lega i due personaggi, e il loro odio prende forma davanti ai nostri occhi in tutta la sua crudeltà.
Non ci sono momenti vuoti, sospesi, tutta l'azione si svolge freneticamente nel giro di una ventina di pagine: l'incontro, il confronto, la lotta, si susseguono rapidissimi senza lasciarci il tempo di riflettere sulla trama, di apprezzarne le sfumature. È questa l'unica reale critica che mi sento di fare a questo racconto: l'ambientazione, la trama generale, i personaggi, ogni elemento di questo racconto garantisce una solida base per un romanzo decisamente più ricco, dettagliato e approfondito. Invece quando sembra che la trama stia davvero cominciando l'autore la spezza, lasciandoci un gusto un po' amaro in bocca. Io ne volevo di più! Iniziavo ad appassionarmi a questa secolare lotta tra Draugupyr(vampiri) e Vilka(licantropi), volevo conoscere le abitudine dei Pari (la casta vampirica), conoscere i luoghi che Il'ya ha visitato nel suo esilio, sapere come ha conosciuto Ljuca e quali altre avventure vivrà il protagonista dopo. Spero vivamente che ci sia in progetto un'altra storia su questa ambientazione, magari con questi personaggi, perché la leggerei davvero molto volentieri.

Se al contrario di me siete appassionati di racconti e ne cercate uno a tema gotico vi suggerisco di prendere in considerazione L'Origine della Notte, perché aldilà della mia smodata curiosità è un racconto scritto molto bene e dalla buonissima ambientazione.

Un suggerimento per la Casa Editrice: vedrei L'Origine della Notte molto bene in una raccolta di racconti, alla quale il lettore si avvicina già consapevole di trovare storie brevi che però si sostengono a vicenda e rendono più piacevole l'esperienza di lettura.

RIngrazio la Nero Press Edizioni e l'autore per avermi dato la possibilità di leggere e recensire questo racconto.

Link per l'acquisto: L'Origine della Notte

Denise on FacebookDenise on InstagramDenise on Linkedin
Denise
Femminista, appassionata di lettura e scrittura, è cresciuta con un libro in mano e la testa immersa nelle storie. Studia Informatica Umanistica presso l’Università di Pisa e lavora come segretaria alla Casa della Donna. Nel tempo libero, impara a creare nuove storie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.