Classici, Parole di Donna, Recensioni

Una donna: dentro l’anima di Sibilla Aleramo

C’è qualcosa di intimo e profondo nel leggere un’autobiografia. Me ne rendo conto ora che ho appena terminato di leggere Una donna di Sibilla Aleramo; mi è rimasta addosso la sensazione di aver compiuto un intenso viaggio dentro i ricordi e dentro l’anima di un’altra donna. Di aver alzato i veli delle convenzioni, della riservatezza,… Read More Una donna: dentro l’anima di Sibilla Aleramo

Fumetti, Parole di Donna, Recensioni, Un libro per la Casa

Mor. Storia per le mie madri di Sara Garagnani

Ci sono storie particolari, racconti frammentati e difficili che hanno bisogno di un tempo e di uno spazio unici per essere apprezzati. Mor. Storia per le mie madri di Sara Garagnani è una di queste. Complessa, dolorosa ed emozionante, ha richiesto un suo particolare frammento spazio-temporale per essere letta e assimilata. Per questo, al posto… Read More Mor. Storia per le mie madri di Sara Garagnani

Gialli, Thriller e Horror, Narrativa Contemporanea, Parole di Donna, Recensioni

L’amore bugiardo: un romanzo inattendibile

La scomparsa di una donna, bianca, bella ed elegante, una graziosa casetta nella suburbia americana, un marito stranamente freddo e calmo di fronte alla tragedia. Tutto sembra puntare alla sua colpevolezza. Scommetto che vi siete già fatti un’idea precisa di cosa aspettarvi da L’amore bugiardo, vero? Ecco, tutto quello che avete immaginato è probabilmente sbagliato.… Read More L’amore bugiardo: un romanzo inattendibile

Parole di Donna, Recensioni, Un libro per la Casa

Girls will be girls: togliere le lenti di genere e osservare il mondo

Cosa spinge una donna, perfino se fermamente femminista, a conformarsi suo malgrado all’ideale di femminilità creato dalla società (quello che la vorrebbe perfetta, profumata e truccata in ogni occasione?) Qual è il fenomeno che si innesca quando, decise ad esempio a smettere di farci del male con la ceretta, ci troviamo comunque in imbarazzo a… Read More Girls will be girls: togliere le lenti di genere e osservare il mondo

Parole di Donna, Recensioni

Il ballo delle pazze – L’esautorazione del femminile

La Salpêtrière è un ospedale progettato nel 1656 dall’architetto Libéral Bruant su richiesta del re di Francia Luigi XIV. Si trova nel XIII arrondissement di Parigi e fu costruito dove in passato sorgeva una fabbrica di polvere da sparo. È proprio dal salnitro, “salpêtre”, che prende il nome la struttura.  In questo luogo, che oggi… Read More Il ballo delle pazze – L’esautorazione del femminile

Parole di Donna, Recensioni, Un libro per la Casa

Stai zitta di Michela Murgia: il sessismo passa anche per le parole

Adesso ti spiego… Era solo un complimento… Non si può più dire niente… Non fare la maestrina… Stai zitta…Quante volte ci siamo sentite rivolgere frasi come queste? Quante volte è capitato che qualcuno ci sgridasse per il modo in cui parliamo, vestiamo, ci comportiamo in determinate situazioni? Crescere donna in un mondo ancora solidamente radicato… Read More Stai zitta di Michela Murgia: il sessismo passa anche per le parole

Recensioni

Il silenzio delle ragazze: la discutibile rivisitazione dell’Iliade creata da Pat Barker

Penso non possa esistere intento più lodevole del voler dare voce a chi non l’ha mai avuta. Ma i buoni intenti non sempre sono sufficienti e anzi, in alcuni rari casi, si finisce per giustificare un nuovo torto con la scusa che è nato da un “buon intento”. È questa la critica forse più aspra… Read More Il silenzio delle ragazze: la discutibile rivisitazione dell’Iliade creata da Pat Barker

Narrativa Contemporanea, Recensioni

La storia di Penelope tra classico e moderno

Tutti conoscono la storia di Penelope: la fedele moglie di Odisseo, che aspetta il suo amato per venti anni, lottando contro la prepotenza e l’arroganza dei Proci invasori. Una donna, Penelope, descritta da sempre come la moglie ideale; inserita nei racconti, idolatrata dai più, principalmente per ribadire e sottolineare quelle che dovrebbero essere le qualità… Read More La storia di Penelope tra classico e moderno