Recensioni

Recommendation Monday: Consiglia il tuo libro preferito da piccolo


Recommendation Monday
Consiglia il tuo libro preferito da piccolo

Cari Chiacchieroni, vi propongo questa rubrica settimanale che ho scoperto sul blog di Una Fragola al Giorno.

Come funziona?
Ogni lunedì vi proporrò il titolo di un libro che rientri in una delle categorie prescelte dalla rubrica. Se poi volete lasciarmi i vostri commenti qui sotto con le vostre proposte sarò felicissima di leggerle 🙂

La Categoria di questo lunedì è: Consiglia il tuo libro preferito da piccolo

Non ricordo se ho scoperto Bianca Pitzorno per caso in biblioteca o se è stato un regalo di un compleanno, ma sono sicura che verso gli 8-10 anni ho sviluppato per questa autrice una passione smisurata. Ricordo di aver recuperato un numero incredibile dei suoi libri, partendo da Ascolta il mio cuore, andando su Parlare a Vanvera, Speciale Violante e La Bambinaia Francese. La Pitzorno ha la capacità magica di raccontare con dolcezza ai bambini delle storie avvincenti e piene di fascino.
Tra tutti i suoi libri quello che, passati gli anni, mi è rimasto più impresso è La Bambinaia Francese, vuoi per il fatto che probabilmente è uno dei suoi romanzi più eleborati, vuoi perché essendo ambientato a Parigi (ed essendo io praticamente una fanatica di Parigi già dall'epoca) l'ho praticamente adottato come uno dei miei romanzi preferiti dell'infanzia. In ogni caso ricordo di essermi smarrita tra quelle pagine dense di avventure, misteri, intrighi per intere serate, e di aver ripetuto l'esperienza un paio di volte, per conservare a lungo l'effetto di quelle emozioni.
La cosa più bella di questo romanzo è che, sebbene sia rivolto ad un pubblico molto giovane, è in grado di coinvolgere ed appassion
La storia di Sophie Gravillon comincia nella Parigi colta, spietata e rivoluzionaria di primo Ottocento e rischia di concludersi all'Ospedale di mendicità quando a otto anni rimane orfana. Interviene però una famosa stella dell'Opera, Céline, che finge di assumerla come bambinaia della figlia Adele. A casa sua Sophie conoscerà Toussaint, un ragazzino proveniente dalle Antille, e insieme a lui avrà il privilegio di essere istruita dal padrino di Céline, un vecchio marchese dalle idee illuministe. Alla morte del marchese seguiranno una serie di avventure fra Francia e Inghilterra. Un romanzo storico denso di riferimenti alla cultura del tempo.are anche gli adulti, che possono trarre dalla lettura un'esperienza più approffondita, notando tutti quei piccoli dettagli che sfuggono invece ai bambini.

La trama:
La storia di Sophie Gravillon comincia nella Parigi colta, spietata e rivoluzionaria di primo Ottocento e rischia di concludersi all'Ospedale di mendicità quando a otto anni rimane orfana. Interviene però una famosa stella dell'Opera, Céline, che finge di assumerla come bambinaia della figlia Adele. A casa sua Sophie conoscerà Toussaint, un ragazzino proveniente dalle Antille, e insieme a lui avrà il privilegio di essere istruita dal padrino di Céline, un vecchio marchese dalle idee illuministe. Alla morte del marchese seguiranno una serie di avventure fra Francia e Inghilterra. Un romanzo storico denso di riferimenti alla cultura del tempo.

E voi avete mai letto questo, o un altro dei libri della Pitzorno? Vi sono piaciuti?
Quale libro consigliereste per il vostro Recommendation Monday?
Fatemi sapere qui sotto nei commenti 🙂

Denise on FacebookDenise on InstagramDenise on Linkedin
Denise
Femminista, appassionata di lettura e scrittura, è cresciuta con un libro in mano e la testa immersa nelle storie. Studia Informatica Umanistica presso l’Università di Pisa e lavora come segretaria alla Casa della Donna. Nel tempo libero, impara a creare nuove storie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.