Recensioni

25° Week-end in libreria


Rubrica del Week-End creata per suggerirvi, all'inizio di ogni fine settimana, uno o più titoli in uscita in libreria che m'ispirano particolarmente e che potrebbero essere dei buoni compagni di letture da fine settimana (perché no, magari proprio rifugiati su una poltroncina in libreria).

Buon giorno Chiacchieroni e buon fine settimana!
Ritiro fuori dall'armadio questa rubrica, ora in pausa da qualche mese, perché in queste settimane ci sono state diverse uscite in libreria che hanno attirato la mia attenzione, e che sono assolutamente perfette per essere presentate in un Week-end in libreria.
Quindi, bando alle ciance e cominciamo!

Tutto il nostro sangue
Sara Taylor


Titolo: Tutto il nostro sangue
Autore: Sara Taylor
Casa Editrice: Minimum Fax
Pagine: 300
Prezzo: 18€, ora in sconto a 13,5€ (cartaceo), 9,99€ (ebook)
ISBN: 978-88-7521-743-3
Compra su Amazon

Ho saputo di questa uscita direttamente dal profilo Instagram della Minimum Fax e sono rimasta incantata dall'idea di questa saga familiare che si sviluppa dall'età vittoriana fino ad un'epoca post-apocalittica di un non troppo distante futuro. Da amante dell'epoca vittoriana e della fantascienza (recente scoperta e amore), questo connubio non può che sembrarmi geniale e farò di tutto per recuperare questo romanzo il prima possibile!

Trama:
In un arcipelago al largo delle coste della Virginia, lungo un arco di tempo che va dal 1855 a un post-apocalittico e distopico 2143, si intrecciano le storie di due famiglie. Queste isole – per alcuni un santuario, per altri una terra di incubi – avvolgono le esistenze dei personaggi in una rete di miserie e piccoli miracoli.
La determinazione di due sorelle che si stringono l’una all'altra in una famiglia devastata dalle metanfetamine; una ragazza che lotta per emanciparsi da un padre alcolizzato; una donna che decide di fuggire da una famiglia violenta per ritrovarsi tra le braccia di un uomo forse peggiore: relazioni tumultuose che scorrono lungo i rami di un albero genealogico, sullo sfondo di un paesaggio pericoloso e ammaliante. Un turbinio di vicende che trascina il lettore in un’esperienza estrema di nascita e morte, di giuramenti e di istinti primitivi e vili.

L'autrice:
Sara Taylor, nata nella Virginia rurale dove ambienta le sue storie, si è diplomata al college, ha aperto una caffetteria e ha completato a sua formazione con un Master of Education presso la University of East Anglia. Tutto il nostro sangue è il suo primo romanzo.

La chimica della bellezza
Piersandro Pallavicini


Titolo: La chimica della bellezza
Autore: Piersandro Pallavicini
Editore: Feltrinelli
Collana: I narratori
Pagine: 270
Prezzo: 17€ (cartaceo), 9,99€ (ebook)
ISBN-13: 9788807032042
Compra su Amazon

Ammetto di aver barato un po' con questa nuova uscita, visto che non sono riuscita a resistere e proprio ieri sera l'ho acquisto, portandolo a casa con me. Si merita però comunque il posto in questa rubrica perché è stato un desiderio fino a ieri, e non posso non parlarvene: si parla ovviamente di chimica, di un viaggio incredibile in compagnia di un ultracentenario e un bassotto, e soprattutto della bellezza della scienza e della conoscenza. Come si fa a lasciarlo sullo scaffale?

Trama:
È una sera stellata di ottobre. Massimo Galbiati, un professore di chimica di una tranquilla università di provincia, e Virginio de Raitner, suo inossidabile ex collega ultracentenario, corrono verso la Svizzera a bordo di una Jaguar coupé, sulle sponde selvagge del lago Maggiore, in compagnia di un bassotto fonofobico e mordace. Non è che si conoscano molto. De Raitner mantiene uno studio in Dipartimento nonostante sia da trent'anni in pensione, ha pure un suo laboratorio, Il Laboratorio Chiuso, in cui nessuno osa mettere il naso, e i docenti e i tecnici si prostrano ai suoi piedi. Massimo invece è solitario, orgoglioso, non lecca i piedi a nessuno, tantomeno al vecchio professore, ed è stato uno dei migliori scienziati italiani nel campo della chimica che era d'avanguardia fino a dieci anni fa. Ma de Raitner lo ha convocato a sorpresa per farsi accompagnare a Locarno, verso un convegno avvolto nella discrezione e nel riserbo più assoluto: e tu vuoi non andare? Vuoi non suscitare l'invidia feroce di tutto il Dipartimento, che brama anche solo di far da autista al vecchio professore sulla sua magnifica E-Type? Poi, quando arrivano a Locarno e il congresso inizia davvero, Massimo scopre che è strapieno di premi Nobel e che gli speaker sono gli scienziati di grido di quella sua stessa amata chimica ormai non più d'avanguardia.

L'autore:
Piersandro Pallavicini è nato a Vigevano nel 1962. È docente all’Università di Pavia, dove svolge ricerche nel campo della nanochimica inorganica. Con Feltrinelli ha pubblicato i romanzi Madre nostra che sarai nei cieli (2002), Atomico dandy (2005), African inferno (2009), Romanzo per signora (2012) Una commedia italiana (2014; vincitore del Cortona Mix Prize 2014 e finalista al premio Città di Vigevano 2014), La chimica della bellezza (2016) e, nella collana digitale Zoom, London Angel (2012), Racconti per signora (2013) e Dalle parti di Arenzano (2014). Collabora con “TuttoLibri”, supplemento culturale de “La Stampa”.

Storia umana della matematica
Chiara Valerio


Titolo: Storia umana della matematica
Autore: Chiara Valerio
Editore: Einaudi
Collana: SuperCoralli
Pagine: 176
Prezzo: 18€ (cartaceo), 9,99€ (ebook)
ISBN: 9788806230067
Compra su Amazon

Questa settimana sono stati due libri sul mondo scientifico ad attirare la mia attenzione; se però La chimica della bellezza è un racconto di narrativa, con personaggi, una trama e uno svolgimento, Storia umana della matematica è invece un saggio, che ripercorrendo le vite di noti matematici ci parla dell'evoluzione e dell'importanza di questa conoscenza umana considerata spesso oscura e misteriosa. È una lettura che cercherò di recuperare presto perché sembra promettere scoperte interessanti ed un nuovo approccio alla matematica, molto umano e raggiungibile.

Trama:
I matematici sono uomini come tutti gli altri, alle prese con un talento spesso precoce, imperativo e solitario. Così le loro grandi scoperte sono anche vicende di padri e figli, balistica e cibernetica, amori e fallimenti, ostinazione e fortuna. Attraverso le storie di sei matematici veri e uno finto, Chiara Valerio ci racconta la seduzione della più inafferrabile delle scienze esatte.

Se la letteratura nasce quando qualcuno urla al lupo e il lupo non c'è, e la fisica comincia quando qualcuno capisce come accendere il fuoco strofinando le pietre, la matematica quando nasce? La matematica nasce perché gli esseri umani sono impazienti. Torneranno i lupi, saranno più di noi? Quanto ci vuole per accendere il fuoco con i sassi? Gli esseri umani hanno bisogno di segnare il tempo, un prima un dopo. E per segnare il tempo si sono inventati i numeri: allineare sassolini uno dietro l'altro, annodare un filo, stabilire una successione. È questa la storia avvincente e vertiginosa che ci racconta Chiara Valerio, attraverso le vite di sette matematici – sei veri e uno finto. Perché la matematica è una forma di immaginazione che educa all'invisibile, e allora ripercorrere le vite di chi ha così esercitato la fantasia ci permette di capire quella grammatica che descrive e costruisce il mondo ricordandoci costantemente che siamo umani. Per capire come János Bolyai, matematico, abbia risolto il problema delle parallele, bisogna tornare indietro di una vita, a Farkas Bolyai, suo padre, matematico. Senza Mauro Picone, giovane matematico, sull'altopiano della Bainsizza – lo stesso di Emilio Lussu – l'esercito italiano non avrebbe mai potuto fare la guerra. Se Alan Turing, il risolutore di Enigma, desiderava ardentemente essere una macchina, Norbert Wiener, il padre della cibernetica, non avrebbe mai e poi mai voluto essere un bambino prodigio: entrambi tuttavia progettavano automi. Se Lev Landau, fisico e matematico valentissimo, non muore in un incidente sulla strada che da Mosca porta a Dubna, è perché in ospedale, oltre ai medici migliori di tutte le Russie, arrivano i fisici più preparati di tutte le Russie. Chiara Valerio ci dimostra come ragione e sentimento, irrazionale e razionale, reale e immaginario non siano concetti opposti ma possibilità dell'essere. La capacità di calcolare il mondo lo determina nel momento stesso in cui lo descrive, attraversando i confini, le epoche storiche e le generazioni. La matematica nasce perché gli esseri umani sono fatti della stessa sostanza di cui è fatto il tempo.

Chiara Valerio è nata a Scauri nel 1978, ha conseguito un dottorato in matematica all'Università Federico II di Napoli e vive a Roma. Ha scritto romanzi e racconti, tra cui: A complicare le cose (Robin 2007), La gioia piccola d'esser quasi salvi (nottetempo 2009), Spiaggia libera tutti (Laterza 2010). Ha tradotto Flush di Virginia Woolf (nottetempo 2012). È redattore di «Nuovi Argomenti», scrive per «l'Unità», la «Domenica» del «Sole 24 Ore» e «Glamour». Collabora con Ad alta voce di Radio3 e con il programma televisivo Pane quotidiano. Per Einaudi ha pubblicato Almanacco del giorno prima (2014) e Storia umana della matematica (2016).

Denise on FacebookDenise on InstagramDenise on Linkedin
Denise
Femminista, appassionata di lettura e scrittura, è cresciuta con un libro in mano e la testa immersa nelle storie. Studia Informatica Umanistica presso l’Università di Pisa e lavora come segretaria alla Casa della Donna. Nel tempo libero, impara a creare nuove storie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.