Recensioni

BookTag: Primavera tra le pagine

Un book tag che ho letto nel blog Ombre Angeliche di Rowan che mi è sembrato perfetto per questa prima giornata di primavera!

  • 1. Il generale Inverno sta per andarsene:
    quale libro di quest'inverno ti è rimasto impresso?

Credo che il libro che più mi ha colpito di quest'inverno sia Fahrenheit 451 di Ray Bradbury. Un libro che mi ha fatto riflettere molto e che ho apprezzato sia per la scrittura che per la trama, oltre che per l'importante messaggio che trasmette.

  • 2. Inizia la stagione dei vestiti a cipolla e del foulardino in borsetta:
    quale libro ti sei portato dietro per praticità?

Davvero tanti a dire la verità, non saprei dire un solo titolo in quanto più che un libro io mi porto dietro il kobo, in questo modo sono sicura che non rischio in nessun caso di rimanere senza libri da leggere. Anche perché un conto è dover fare semplicemente la fila alle poste, ma visto che viaggio molto in treno rimanere un giorno senza libro vuol dire annoiarsi per davvero troppo tempo. !lol

  • 3. Rose, viole e lillà:
    un libro dalla copertina fiorita

Sicuramente direi la dolcissima copertina del libro Il gatto che aggiustava i cuori di Rachel Wells in cui oltre a un bellissimo prato fiorito c'è quel micio rosso che adoro, credo che sia una tra le copertine più belle della mia libreria. Tra l'altro che non avrei mai immaginato potesse essere così bello, la traduzione del titolo e la trama traggono un po' in inganno!

  • 4. La rinascita della natura:
    Un libro che parla di natura e piante

Allora, sinceramente scegliere un titolo per questa categoria mi risulta un po' difficile, vorrei dire Vita degli Elfi ma più che piante ci sono animali e non parla esattamente di rinascita della natura purtroppo. Quindi dirò, allargando un po' il campo, ma neanche tanto Il barone rampante di Italo Calvino. Il protagonista di questo romanzo infatti vive sugli alberi, lontano dalla società e molto vicino alla natura ma nonostante questo riesce a organizzare e sentire la società molto più di quelli che ci vivono immersi. Un romanzo davvero bellissimo di cui vorrei riuscire a parlarvi meglio il prima possibile!

  • 5. Etciù:
    A quale tema, tropo o espediente letterario sei allergico?

Romance, romance e ancora romance. Mi dispiace perché ultimamente sono davvero tantissimi i libri che trattano storie d'amore, ma io proprio non riesco ad apprezzarli. Sono davvero pochissimi quelli che mi sono piaciuti ed in genere sono quelli che hanno o una vena comica molto marcata oppure utilizzano la storia d'amore come tramite per un argomento più importante.

  • 6. Pioggia a catinelle:
    Un libro che ti ha fatto piangere.

Fin troppi, ma pensando a quest'inverno credo che il titolo che più mi ha fatto piangere credo sia Il bambino magico di Maria Paola Colombo. Un libro che parla di immigrazione, violenza e sfruttamento sotto diversi punti di vista. È stata una lettura molto bella anche se tremendamente struggente.

  • 7. Pesce d'aprile!
    Un libro che ti ha colto di sorpresa o ti ha dato una bella fregatura!

Anche per questa categoria non ho dubbi, ma più che un libro è una saga, The Lunar Chronicles di Marissa Mayer. Avevo aspettative davvero basse e invece i primi due numeri della saga, di cui il secondo letto in inglese si sono rivelati davvero belli, ben scritti e interessanti. Ero un po' assuefatta da YA che non avevano mai qualche elemento di novità, questa serie invece è stata in grado di stupirmi sotto diversi fornti

  • 8. 21 Marzo:
    Ci siamo! Cosa non vedi l'ora di leggere questa primavera?

Una raccolta di fumetti che spero di riuscire a procurarmi al Salone del Libro di quest'anno. Sto parlando della raccolta in volume unico dei primi episodi del fumetto delle W.I.T.C.H che leggevo quando ero piccola. Il prezzo è abbastanza proibitivo per ora, ma spero di riuscire a racimolare un po' di dindini per maggio. Incrociate le dita per me! 😉

  • 9. Gita fuori porta:
    In quale libro ti piacerebbe fare una bella gita?

Sono tanto banale se dico che vorrei andare a Wonderland? Secondo me in primavera deve essere un luogo spettacolare da visitare! Tutto fiorisce, il tepore del sole mentre si è seduti a bere del tè, stare sdraiati in spiaggia ad ascoltare le storie della finta tartaruga… Si, credo davvero che Wonderland sarebbe perfetto per una gita in qualunque stagione, ma in primavera ha quel tocco in più che la rende magica davvero, anche se solo dentro la mia testa!

Buona primavera a tutti chiacchieroni! Spero che il tag vi sia piaciuto, se volete ditemi le vostre risposte e se l'avete fatto anche voi sul vostro blog lasciatemi il link nei commenti, passo molto volentieri a leggere le vostre risposte!

Valentina on FacebookValentina on InstagramValentina on Wordpress
Valentina
Lettrice onnivora, educatrice, mamma.
Dei libri amo la capacità di mostrare la complessità del mondo che ci circonda, forse per questo tra i miei generi preferiti rientrano fantascienza, fantapolitica, fiabe tradizionali e saggistica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.