Recensioni

“Evadne la Sirena perduta” di Diana Al Azem


Casa Editrice: Dunwich Edizioni
Costo: Ebook € 3,99 Cartaceo € 9,90
Lingua originale: Spagnolo
Traduttrice: Eva Marchetti

Trama:
Eva è una normalissima ragazza delle superiori con la passione per la musica e un grande terrore dell'acqua dovuto ad un trauma che ha avuto da piccola. Non conosce suo padre, che ha lasciato lei e la madre quando arano molto piccole e a lei, come ricordo, resta solo una collana con una conchiglia che il padre aveva trovato in spiaggia. I suoi migliori amici sono Aurora e Miky, lei la aiuta con le canzoni, mentre lui è un appassionato di creature sottomarine.
La vita di Eva però inizia ad avere degli scossoni, prima con l'allontanamento di Aurora a causa di Sophia, una sua nuova vita e poi con l'incontro con Naiade un bellissimo ragazzo dagli occhi blu che la conosce più di quanto lei si aspetterebbe.

Recensione:
In questo romanzo è descritta perfettamente una di quelle avventure che sognavo durante le lezioni di Filosofia alle superiori. La scoperta di un mondo magico, un ragazzo bello e innamorato, avere poteri speciali… poi cresci e non ci pensi più, i sogni vengono chiusi in un cassetto, sino a quando non arrivano romanzi come questo che li fanno uscire almeno il tempo per rispolverarli e pensare quanto era bello sognare un mondo tutto nostro.

Il romanzo è uno Young Adult molto tenero e romantico, la storia è narrata in prima persona dalla protagonista e questo ci permette una buona immedesimazione con i suoi sentimenti. La parte di apertura del romano l'ho trovata lenta, ci sono molte pagine di narrazione in cui non succede molto mentre tutti gli eventi più importanti vengono racchiusi in poche pagine sul finale. Mi è sembrato quasi un prequel per la storia che poi verrà nel romanzo successivo scritto quindi in maniera un po' frettolosa per introdurre le parti davvero interessanti.
Viene dato molto risalto alla storia d'amore, che personalmente ho trovato davvero tenera e perfettamente in linea con l'età adolescenziale dei protagonisti, ho gradito in particolare il non essersi impelagata in triangoli amorosi che sarebbero risultati solo pesanti ai fini della narrazione, senza aggiungere niente di realmente piacevole o intrigante.
Per quanto sia stata felice di trovarmi davanti a nuovi personaggi “paranormali” invece che i soliti vampiri, non mi è piaciuta la caratterizzazione delle Sirene. Nonostante abbia cercato di richiamare le peculiarità che vengono date mitologicamente a queste creature, come la bella voce o il bel fisico, le ho trovate eccessivamente calcate, quasi ridicole, capisco il sogno di essere bellissima e apprezzata da tutti, ma forse così è un po' troppo esagerato!
Non mi sono appassionata molto ai personaggi, forse perché per la maggior parte sono stati trattati in maniera molto superficiale per concetrarsi principalmente sulla storia d'amore. Allo stesso modo mi è riusultata molto superficiale la descrizione dei luoghi tranne quelli particolarmente rilevanti al fine della storia. Nonostante queste due caratteristiche non mi piacciano particolarmente le trovo abbastanza azzeccate per questo genere di romanzi, che più che soffermarsi sui particolari deve avere una scrittura veloce e scorrevole.

La struttura della trama richiama quella degli young adult, con pochi colpi di scena e pochi misteri per il lettore che ha il quadro generale sempre più o meno chiaro. Nonostante questo la storia risulta molto piacevole da leggere e probabilmente proprio per la sua semplicità è particolarmente adatto ai periodi stressanti o come intermezzo per libri più pesanti. Lo consiglio principalmente ad adolescenti molto romantiche e con la testa un po' tra le nuvole, perché sono sicura sia un bel modo per sognare ad occhi aperti.

Valentina on FacebookValentina on InstagramValentina on Wordpress
Valentina
Lettrice onnivora, educatrice, mamma.
Dei libri amo la capacità di mostrare la complessità del mondo che ci circonda, forse per questo tra i miei generi preferiti rientrano fantascienza, fantapolitica, fiabe tradizionali e saggistica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.