Recensioni

“Il braccio mutante della legge” di Samuele Fabbrizzi

“Il Braccio mutante della Legge”di Samuele Fabbrizzi


Casa Editrice: Nativi Digitali Edizioni
Collana: Infernal Beast
Costo: €0,99
Lingua Originale: Italiano

Vi avevamo già parlato di Infernal best, in particolare del primo episodio scritto da Veronica Tomasiello intitolato Libera i cani e Ielenia nell'ultimo video di Aprile e Maggio ha parlato del secondo e del terzo episodio che si intitolano Feras Infernalis di Uberto Ceretoli e La regina dei Leviatani scritto a quattro mani da Fabrizio Cadili e Marina Lo castro. Le storie sono ambientate in un mondo in cui uomini e animali subiscono delle mutazioni, non è obbligatorio leggere queste storie in ordine in quanto sono racconti autoconclusivi.

Trama:
Anno 34 dopo Pioggia.
Il Texas sta cercando di riprendersi dalla catastrofe. Alcune città sono riuscite a far fronte ai danni, altre sono state evacuate e abbandonate allo stato selvaggio.
Non esiste più un governo centrale. Il dollaro è stato sostituito da una nuova valuta, il Tony Romo (ex giocatore dei Dallas Cowboys). La tecnologia moderna si basa per lo più sul vapore. In tutte le città si respira un clima dittatoriale in cui l’aristocrazia, in particolar modo i sindaci, hanno pieno potere sulla plebe. In seguito alla pioggia di meteoriti, agenti cancerogeni e ancora sconosciuti hanno inquinato l’aria e mutato un gran numero di animali fuori dai centri urbani. Le cause restano ancora un mistero. I cittadini sono costretti a indossare maschere antigas nei luoghi aperti. Particolari generatori a vapore si occupano delle sterilizzazioni. Un fenomeno diffuso fra i ricchi gentiluomini texani è il collezionismo dei mutanti da esporre e far combattere nelle arene. I giochi sono divenuti sinonimo di potere.

Recensione:
Ci troviamo in un mondo in cui piante, animali, e uomo subiscono delle mutazioni a causa dei meteoriti caduti sulla Terra, questo ha stravolta la società, l'essere umano si è imbarbarito perdendo definitivamente la sua parte umana. Samuele Fabrizzi non usa mezzi termini per descrive questa società post apocalittica in cui il più ricco può vendere il più povero e un essere umano costa meno di una macchina.
Il racconto si apre con un combattimento tra animali mutati catturati dai cacciatori di Joe Griffin di Ranchis Penitas West e William Heard, sindaco di Kerville. Questi incontri sono soggetti a scommesse ovviamente ed il vincitore potrà pretendere anche esseri umani della città del perdente. Nella camera in cui i due sindaci fanno le loro scommesse è presente anche il nostro “Braccio Mutante”, lo Sheriffo Hewitt, il cui colore preferito è il rosso, possibilmente rosso sangue. Un uomo tanto magnanimo da uccidere personalmente (l'omicidio non è reato, perlomeno se commesso da ricchi) chi crede che stia meglio morto che vivo “Cos'è un istante di sofferenza rispetto ad un lento decadimento?”. Un altro personaggio di cui faremo la conoscenza è il dottor Schnitz, che si occupa di studiare il funzionamento delle rocce rimaste sulla terra, un altra persona incurante del prossimo quando si parla di conoscenza.
Hewitt si troverà a decidere se continuare il suo lavoro di sceriffo indisturbato oppure cercare di limitare i danni di un sindaco malato per i giochi d'azzardo.
Il finale segue il clima di tutto il libro. Freddo, spietato, tremendamente realistico come una fotografia. Lascia poco spazio all'iimmaginazione, per un futuro apocalittico in cui l'uomo è più bestia delle bestie che usa per il suo divertimento.
Sicuramente un libro per chi è forte di stomaco e non eccessivamente emotivo, da emozioni molto forti e questo particolare me lo ha fatto piacere nonostante la crudeltà del racconto in sè. Infatti ho odiato i personaggi, non c'è un bene con cui schierarti, l'unica cosa che puoi fare è sperare in un meno peggio che non esiste. Non cerca mai di addolcire la pillola, non cerca di tirarti su di morale. La rabbia che mi ha lasciato addosso non mi permette di dargli più di sette stelline, non credo che questi personaggi lasceranno la mia mente molto facilmente e non so se esserne felice!

Valentina on FacebookValentina on InstagramValentina on Wordpress
Valentina
Lettrice onnivora, educatrice, mamma.
Dei libri amo la capacità di mostrare la complessità del mondo che ci circonda, forse per questo tra i miei generi preferiti rientrano fantascienza, fantapolitica, fiabe tradizionali e saggistica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.