Recensioni

Book Challenge 2018 – Spiegazione categorie

– Valgono solo i libri iniziati dal 01/01/18 e terminati entro il 31/12/2018
– Una volta inserito il libro in una categoria non può essere spostato
– Il premio per chi conclude la challenge (ci sarà un'estrazione in caso di più vincitori), verrà scelto come sempre a fine anno visto che dipende da come stiamo io e Ielenia 😉
– Le iscrizioni si chiudono il il 28/02/18

Per partecipare bisogna seguire le istruzioni dell'immagine sul gruppo facebook di Chiacchiere Letterarie, lo trovate QUI.

Generi letterari

1) High fantasy; 2) Low fantasy; 3) Urban fantasy
High, Low e Urban Fantasy sono tre sottocategorie del più generico Fantasy. Questo vuol dire che potreste trovarvi a leggere delle opere che, per quanto rientrino nella narrativa Fantasy, non fanno parte di nessuna di queste tre categorie, per come si è scelto di declinarle in questa challenge (fantasy comico, fiaba o storie horror non verranno fatti rientrare all'interno di questa categoria). Tenete presente che i generi letterari sono fluidi e capita spesso che un opera possa rientrare in più sottocategorie e può succedere che il libro venga identificato in maniera differente a seconda degli elementi a cui si decide di dare la priorità.

High fantasy: Viene anche chiamato epic fantasy, e nelle opere di questo genere il mondo deve essere completamente immaginato ed immerso nella magia o comunque deve essere presente un portale che conduca dal nostro mondo, quello reale, al mondo in cui la storia è ambientata. L'elemento magico è centrale in questo tipo di opere per i combattimenti tra bene e male, altra caratteristica essenziale quando si parla di questo genere.
Alcuni esempi: Il signore degli Anelli di J.R.R. Tolkien – La saga di Shannara di T. Brooks – La Saga di Geralt di Rivia (Saga degli strighi (witcher)) di A. Sapkowski – Le cronache di Narnia di C.S. Lewis.

Low fantasy: Prima di tutto, "low" non deve essere inteso in un ottica di giudizio, non identifica un fantasy con una qualità più bassa rispetto all' "high". Bensì basso è rivolto alla quantità di elementi fantasy realmente presenti all'interno dell'opera. Il low fantasy è caratterizzato da una storia che si svolge in un'ambientazione più o meno storica (non presente o futuro) in cui i protagonisti non hanno un chiaro allineamento morale, e gli elementi convenzionali del fantasy come ad esempio la magia, gli elfi o i nani sono scarsi o assenti.
Alcuni esempi: Cronache del ghiaccio e del fuoco di G.R.R. Martin – Gli inganni di Locke Lamora di Scott Lynch – Queen of the Tearling di E. Johansen.

Urban fantasy: spesso, davvero troppo spesso, questo genere viene confuso con il paranormal romance, probabilmente perché dalla saga di Twilight in poi le storie d'amore tra protagonisti di specie diverse, ambientate nella nostra epoca, sono diventate molto popolari. L'urban fantasy però non ha come protagonisti due giovani con una storia d'amore travagliata, in quel caso si rientrerebbe maggiormente nel filone del romance. Nell'urban fantasy l'elemento fantastico deve essere strettamente legato all'ambiente urbano reale più o meno moderno.
Alcuni esempi: American Gods di Neil Gaiman – Il ladro di nebbia di L. Petti – Lorien Legacy di Pittacus Lore – Percy Jackson Saga di R. Riordan.

4) Distopico 5) Ucronico 6) Fantascientifico
Fantapolitica (distopia, utopia e ucronia) e fantascienza sono forse i generi che spesso creano più problemi di categorizzazione. In particolare i problemi di definizione avvengono tra fantascienze e distopia, questo perché sono entrambi due generi ambientati nel futuro che hanno in comune molti elementi del mondo che descrivono. Ciò che li differenzia è il focus su cui l'autore si concentra, quindi sulla parte politica (sociale) del futuro o sulle nuove tecnologie esistenti. Esiste anche un altro filone che ambienta la storia nel futuro, il romanzo post apocalittico, un esempio è Io sono leggenda, tipologia di romanzo che non rientra in queste categorie.

4) Distopico: questo genere si concentra su una descrizione di una realtà futuristica indesiderabile e spaventosa. In genere la storia viene costruita estremizzando degli elementi già presenti nella società.
Alcuni esempi: 1984 di G. Orwell – Fahrenheit 451 di R. Bradbury – V per Vendetta di A. Moore – Battle Royal di K. Takami.

5) Ucronico: la differenza tra questo genere e il precedente è che in questo caso il futuro dipende da un cambiamento di un evento storico del passato, per esempio, la vittoria dei nazisti nella seconda guerra mondiale o il perdurare dell'impero romano sino ai giorni nostri.
Alcuni esempi: La macchina della realtà di W Gibson e B. Sterling – Romanitas di S. McDougall – La svastica sul sole di P. Dick – Watchmen di A. Moore.

6) Fantascientifico: per questa tipologia di libri è fondamentale l'impatto di una scienza e/o una tecnologia sulla società e sull'individuo. I personaggi, oltre che esseri umani, possono essere alieni, robot, cyborg, mostri o mutanti.
Alcuni esempi: Trilogia della fondazione di I. Asimov – La macchina del tempo di H.G. Wells – Ciclo dell'Ecumene di U.K. Le Guin.

7) Un saggio: approfondimento su di un argomento che interessa. Mi raccomando non manuali (come per esempio ricettari), obiettivo è scoprire qualcosa in più di un argomento che vi ha sempre incuriosito.
Alcuni esempi: Vita liquida di Z. Bauman – L'uomo che scambiò sua moglie per un cappello di O. Sacks – Pane e bugie di D. Bressanini.

8) Un libro umoristico: questo genere di lettura può avere come protagonista chiunque e non c'è limite al tipo di ambientazione, l'unica richiesta è che la storia vi strappi un sorriso.
Alcuni esempi: Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve di J. Jonasson‎ – Guida galattica per autostoppisti di D. Adams – Il ciclo di mondo disco di T. Pratchett.

9) Tratto da una storia vera: Libri ispirati, liberamente o meno, a fatti realmente accaduti.
Alcuni esempi: Se questo è un uomo di P. Levi – La mia Africa di K. Blixen – Noi i ragazzi dello zoo di Berlino di Christiane F.

Cambio di forma

10) Libro-game: particolari libri di narrativa che invece di essere letti linearmente dall'inizio alla fine presentano possibilità alternative, mediante l'uso di paragrafi o pagine numerate. Quindi prendete carta e matita e preparatevi ad una nuova avventura. Nei consigli vi lascio i nomi delle collane, sono tutti abbastanza vecchiotti quindi è probabile che potreste dover andare a fare un salto in biblioteca.
Alcuni esempi: Lupo solitario di J. Dever – Falcon di M. Smith e J. Thomson – Endless quest (Avventure infinite) di R. Estes.

11) Autobiografia: può essere anche una biografia (quindi non scritta autonomamente) e di una persona reale o di fantasia. L'importante è che al centro ci sia il percorso di vita di una persona.
Alcuni esempi: La versione di Barney di M. Richler – Io sono Malala di M. Yousafzai – Una stanza piena di gente di D. Keyes.

12) Romanzo epistolare: qualunque sia il genere, l'unica cosa che viene richiesta in questa categoria è che la storia venga narrata sotto forma di lettere.
Alcuni esempi: Dracula di B. Stoker – Ragazzo da parete (Noi siamo infinito) di S. Chbosky – Il colore Viola di A. Walker.

13) Raccolta di racconti lineare: deve essere una raccolta che ha al suo interno un filo che lega tutte le storie, nonostante queste siano diverse in quanto a personaggi ed accadimenti. Sono racconti che mirano ad esplicitare o a mostrare un determinato scorcio di una società o caratteristica umana. Possibilmente la raccolta deve essere di un unico autore.
Alcuni esempi: Il ciclo dei robot di I. Asimov – Paradisi minori di M.M. Bergman – Cuori in Atlantide di S. King.

14) Raccolta di racconti mista: al contrario della categoria precedente è una raccolta che non ha nessun vincolo, né per ciò che riguarda gli argomenti né per quanto riguarda l'autore.
Alcuni esempi: Cose fragili di N. Gaiman – I racconti del grottesco e dell'arabesco di E.A. Poe – Il pigiama del gatto di R. Bradbury.

15) Raccolta di poesie: credo che non ci sia bisogno di spiegare questa categoria, in ogni caso vi lascio qualche consiglio.
Alcuni esempi: Antologia di Spoon River di E.L. Masters – Canti dell'innocenze e dell'esperienza di W. Blake – Il libro di Mara di A. Neri.

16) Raccolta di fiabe (tradizionali): Attenti con questa categoria, molto spesso le raccolte che si trovano in giro non sono le vere fiabe tradizionali, ma sono quelle riviste e corrette per essere adattate al "bambino moderno". Quindi fate sempre caso all'edizione che recuperate, andate sul sicuro che le edizioni della Donzelli, ma costano, quindi anche in questo caso la biblioteca può esservi d'aiuto.
Alcuni esempi: I racconti di mamma oca di C. Perrault – Fiabe italiane di I Calvino – Raccolta di fiabe dei fratelli Grimm – Le mille e una notte (ediz. integrale).

Punti di vista differenti

Non credo che queste categorie abbiano bisogno di spiegazione, quindi andiamo direttamente agli esempi.

17) Protagonisti animali: Il canto di Acchiappacoda di T. Williams – L'arte di correre sotto la pioggia di Garth Stein – Considerazioni filosofiche del gatto Murr di E.T.A. Hoffmann – Firmino di S. Savage.

18) Protagonista femminile: L'eleganza del riccio di M. Barbery – Il buio oltre la siepe di H. Lee – Le cronache del mondo emerso di L. Troisi.

19) Protagonista maschile: Il colore della magia di Terry Pratchett Il ragazzo dei mondi infiniti di N. Gaiman – Io sono leggenda di R. Matheson.

20) Protagonista bambino: Le streghe di R. Dahl – Vita degli Elfi di M. Barbery – Il figlio del cimitero di N. Gaiman .

21) Protagonista anziano: Piccoli esperimenti di felicità di H. Groen – Le solite sospette di J. Niven – Trilogia di Helsinki di M. Lindgren.

22) Protagonista sportivo: Se sembra impossibile allora si può fare di B. Vio – Febbre a 90° di N. Hornby – Correre di J. Echenoz.

Passato, presente e futuro

23) Una lettura della tua adolescenza; 24) Pubblicato nel tuo anno di nascita; 25) Pubblicato nell’anno di nascita di un tuo genitore: Queste categorie sono estremamente personali, quindi dovrete andare voi alla ricerca dei libri pubblicati per la prima volta nelle date di riferimento.

26) Pubblicato quest’anno: Come per le categorie precedenti si intende la prima pubblicazione, quindi dovete frugare tra le ultime uscite del 2018. I classici sono belli, ma anche la contemporaneità nasconde piccoli tesori.

27) Il cui film è uscito quest’anno: si intendono film usciti in italia durante il corso del 2018
Alcuni esempi: Un sacchetto di biglie di J. Joffo – Da una storia vera (Quello che non so di lei) di D. De Vigan – Red Sparrow di J. Matthews.

Nuove scoperte e vecchi amori

Come in precedenza sono per la maggior parte titoli molto personali, diciamo un po' da "svuota lista d'attesa". Quindi mi occupo solo delle ultime due definizioni.

28) Da tanto in attesa.

29) Autore a te sconosciuto.

30) Autore che ami.

31) Una seconda possibilità.

32) Il primo di una serie.

33) L’ultimo di una serie.

34) Titolo di una sola parola: Una e solo una.
Alcuni esempi: It di S. King – Novecento di A. Baricco – Furore di J. Steinbeck

35) Piccola casa editrice: spesso bistrattate ma che nell'ultimo periodo sono anche quelle che pubblicano alcuni dei titoli più interessanti.
Alcuni esempi: NNE; Gainsworth Edizioni; add edizioni; Fandango; Minimun Fax.

Viaggio nello spazio

La provenienza è relativa al luogo di nascita, in ogni caso vi lascio qualche consiglio.

36) Un graphic novel occidentale: Kobane Calling di Zerocalcare – Maus di A. Spiegelman – Rughe di P. Roca

37) Un classico italiano: Ci sono varie definizioni di libro classico, l'unica cosa richiesta è che il libro abbia più di quarant'anni.
Alcuni esempi: Uno, nessuno e centomila di L. Pirandello – Canne al vento di G. Deledda – La coscienza di Zeno di I. Svevo.

38) Un classico straniero: In quanto a datazione vale la stessa dei classici italiani.
Alcuni esempi: Don Chisciotte della Mancia di M. de Cervantes – La linea d'ombra di J. Conrad – Il signore delle mosche di W. Golding.

39) Autore europeo: Terry Pratchett – John Ajvide Lindqvist – Elvira Serra.

40) Autore africano: Nadine Gordimer – Tsitsi Dangarembga – Artur Carlos Maurício Pestana dos Santos (Pepetela).

41) Autore asiatico: Jung Chang – Sudhir Kakar – Kazuo Ishiguro.

42) Autore oceaniano: Markus Zusak – Eleanor Catton – Kate Morton.

43) Autore nord americano: Mordecai Richler – Guillermo del Toro – Stephen King.

44) Autore sud americano: Isabelle Allende – Paulo Coelho – Roberto Bolaño.

45)Un graphic novel orientale: Ryuko di E. Yoshimizu – Persepolis di M. Satrapi – L'uomo che cammina di J. Taniguchi.

Abbattere muri e creare ponti

46) Sull’immigrazione: La vita ti sia lieve di A. Ballerini – Il bambino magico di M.P. Colombo – Posti in piedi di Gauz.

47) Sull’adozione: La figlia segreta di S.S. Gowda – Due figlie e altri animali feroci di L. Ortolani – Quello che non so di me di A.G. Miliotti.

48) Uguaglianza sociale: Il diritto di contare di M. L. Shetterly – L'uomo straordinariamente forte di M. Le Huche – Extraterrestre alla pari di B. Pitzorno.

49) Su malattie o disabilità: La morbidezza degli spigoli di K. Stuart – Di che colore è il vento di A. Herbauts – Downtown di N. Lang e R. Garcia.

Cosa ti abbiamo ispirato?
50) Consigliato da CL: fruga tra le recensioni qui o sul canale youtube e scegli il libro di cui abbiamo parlato che più ti ispira!

Non mi resta che augurarti buona lettura!


Valentina on FacebookValentina on InstagramValentina on Wordpress
Valentina
Ciò che amo fare è scoprire nei libri temi e argomenti di riflessione che possano aiutare a comprendere meglio la complessità del mondo che ci circonda. La mia curiosità si rivolge all'essere umano nella sua interezza e vedo i libri come uno dei mezzi attraverso i quali approfondire l’argomento umanità.
Per questo amo parlare di fiabe, che riportano alle origini di un popolo, e allo stesso tempo di attualità, esplorando il rapporto dell'uomo con il libro ai giorno nostri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *