Fantasy e Fantascienza, Recensioni

Review Party Elric La Saga di Michael Moorcock

Continua il viaggio di Chiacchiere Letterarie alla scoperta del cuore dell’high fantasy. Dopo aver parlato delle celebri e superlative saghe di Dragonlance, di Forgotten Realms, della Folgoluce e di Elf Quest, oggi parliamo di uno dei capisaldi storici. Elric La Saga di Michael Moorcock, un erede diretto degli Sword and Sorcery.

Oltre ad essere una bellissima occasione per proseguire insieme il viaggio nel fantasy, questa recensione è anche inserita in un evento più ampio. Creato in collaborazione con altre blogger, ha lo scopo di promuovere l’arrivo in Italia dell’edizione da collezione della Saga di Elric; un maestoso volume con illustrazioni a colori che racchiude l’intero ciclo dedicato all’eroe di Melniboné.

Elric-Saga-Moorcock-copertina

Elric La Saga: il capolavoro di Michael Moorcock

Comparso per la prima volta in Inghilterra nel 1961 (e approdato in Italia nel 1972), Elric di Melniboné è un personaggio dalle sfumature classiche ma dal sapore moderno, un tormentato eroe che viaggia per scoprire sé stesso e il mondo che lo circonda.

La saga originale di Michael Moorcock, che qui da noi all’epoca usciva nella collana Urania Fantastica, è composta da sei volumi e da un buon numero di novelle. Tutte narrano le vicissitudini dell’imperatore di un regno che un tempo governava l’intero mondo conosciuto; Melniboné, la maestosa isola del Drago con al centro Imrryr, la Città Sognante, è la patria dei più crudeli e spietati esseri viventi che i mortali abbiano mai conosciuto.

Quando ci vengono presentati Elric e il suo mondo, però, Melniboné non è più la temibile e rispettata potenza di un tempo e molti Regni Giovani premono ai suoi confini, nel tentativo di sconfiggerla e privarla delle sue leggendarie ricchezze.

Elric-Saga-Moorcock-illustrazione1

I personaggi principali

Il primo volume delle saga, chiamato proprio Elric di Melniboné, ci porta dentro il cuore e la mente di un re inusuale per l’isola. Nato albino, costretto ad assumere droghe per mantenere un corpo altrimenti troppo debole e votato più all’intelletto che all’azione e alla brutalità, il nuovo re di Melniboné è poco rispettato e considerato da molti inadatto a guidare l’isola verso il riscatto e il ritorno agli antichi splendori che questa tanto anela.

Così, tra i suoi oppositori si erge Yyrkoon, cugino di Elric e fratello di Cymoril, la dolce amante del re e sua migliore amica. Potente stregone votato al male, Yyrkoon intesse silenziose e pericolose trame e non si fa scrupoli a richiedere l’aiuto di voraci demoni pur di spodestare Elric dal suo trono.
La rivalità tra i due è il cuore del primo volume della saga di Moorcock, il filo che trascina Elric in un’avventura oltre i confini del mondo conosciuto, per salvare la sua amata e sconfiggere il suo nemico.

Elric-Saga-Moorcock-illustrazione2

Il significato di Elric

Ma questa saga custodisce altro oltre al semplice scontro tra eroe e cattivo, e sono proprio gli scrupoli e le riflessioni che nascono in Elric a guidare il ciclo in quella che assume a tutti gli effetti le tinte di un’avventura doppia, attraverso il mondo e nel profondo del cuore del re di Melniboné.

Elric è infatti un personaggio complesso, sfaccettato e spesso imprevedibile: è uno stregone anche più potente del suo nemico eppure esita spesso a ricorrere alle sue abilità, preferendo attendere e riflettere cautamente prima di agire. Ha amici sia nel mondo conosciuto che nei piani del Caos, dimensione in cui vivono le più potenti Entità dell’universo, eppure è guardingo e chiede il loro aiuto solo quando non gli è possibile risolvere con le sue sole forze.

Non è dunque il tipico eroe votato all’azione e sono proprio i suoi dubbi e le sue incertezze a spingerlo all’avventura nei volumi successivi al primo, in cerca di risposte a quesiti che mai prima d’ora un re di Melniboné, abituato a dominare, si era posto.
Qual è il suo destino? È tutto già stato scritto e le sue azioni lo porteranno comunque verso il compimento del suo fato o possiede almeno in parte la libertà che tanto brama?

Elric-Saga-Moorcock-illustrazione3

L’avventura di Elric nella Saga di Moorcock

Fianco a fianco del nostro re albino, abbiamo la possibilità di viaggiare attraverso i Regni Giovani e oltre, verso luoghi mai visitati da occhi mortali. E insieme a Elric assistiamo al dispiegamento del fato, in un’avventura speziata da razze peculiari, terre fantastiche ed entità soprannaturali. Man mano che la storia prosegue e il destino del nostro eroe si fa sempre più nitido, la meraviglia del fantastico si dischiude davanti a noi.

Splendide navi che solcano i mari e le terre, spade gemelle con volontà propria che bramano il sangue e la gloria, enormi specchi capaci di cancellare la memoria e ancora misteriose grotte sotterranee che sembrano vive, supreme entità della Legge e del Caos che si danno battaglia e, al centro di tutto, un sol uomo, destinato a diventare Leggenda.

La saga di Elric è un ciclo da assaporare con meraviglia e aspettativa. Un viaggio nel cuore di un mondo denso di immagini metaforiche, di sfumature poetiche e delicate, di cruente battaglie e favolose avventure. È una saga che si legge per il gusto di sapere ma anche per quello di godere delle singole frasi, delle singole immagini evocate.

Lo Stile di Moorcock

Leggiadro e dal sapore antico, lo stile di Moorcock ci guida alla scoperta di un sogno, un’avventura capace di stuzzicare ogni singolo senso di cui siamo dotati. Accanto a un eroe che sembra nato proprio per racchiudere l’essenza dell’umanità stessa, e delle sue innumerevoli e vitali domande.

Elric-Saga-Moorcock-illustrazione4

Di tutti i volumi letti nell’ultimo periodo, la Saga di Elric è, senza alcun dubbio, quello che più mi ha conquistata. La profondità e la delicatezza dello stile di Moorcock, la complessità dell’animo di Elric e la meraviglia del mondo creato sono riuscite a insinuarsi dentro di me, depositando nella mia memoria tutto il fascino del fantastico. Leggere di Elric di Melniboné è stato come viaggiare nella fantasia più pura, alla scoperta dell’incanto e della bellezza. Un’esperienza non dissimile a quella del giocare di ruolo, sempre in cerca di quel particolare brivido speziato di avventura e magia.

I miei ringraziamenti più sinceri vanno alla Mondadori per avermi dato la possibilità di leggere questo splendido volume in anteprima, ma anche a Raffaella e alle altre bravissime ragazze che mi hanno accompagnata in questo Review Party. Trovate i loro blog riepilogati nell’immagine in alto, passate a trovarle e leggete anche le loro recensioni.
Non ve ne pentirete.

Trama:
Questa è una storia di emozioni mostruose e di ambizioni sfrenate. È una storia di sortilegi, di tradimenti e d’ideali onorevoli, di sofferenze e piaceri spaventosi, di amore amaro e di dolce odio. Questa è la storia di Elric di Melniboné.

Denise on FacebookDenise on InstagramDenise on LinkedinDenise on Wordpress
Denise
Denise, aka Ielenia, la componente fantasy di Chiacchiere Letterarie.
Classe 1993, studentessa di chimica, amante dei giochi di ruolo, delle storie immersive e coinvolgenti e di tutto ciò che concerne la scrittura, dalla creazione di nuovi mondi fantastici all'affascinante universo della calligrafia e dell’hand-lettering.
Appassionata di arte in ogni sua forma e lettrice pressoché onnivora, affido i miei sogni alle pagine virtuali di Wattpad, oltre che ovviamente al sicuro rifugio offerto da questo blog.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *