Recensioni

Recensione: "La casa per bambini speciali di Miss Peregrine" di Ransom


Casa Editrice: Rizzoli
Costo: €10,00 (in promozione su ibs sino al 19 giugno 2016)
Dove acquistarlo:IBS


Scoprire a sedici anni di avere dei poteri speciali. Davvero qualcuno di voi non lo ha mai sognato?
Certo, potendo scegliere non credo che avrei mai desiderati i poteri del nonno di Jacob, ma non si possono certo scegliere certe cose.

La casa per bambini speciali è un libro che desideravo davvero da tanti anni, non mi sono mai decisa a prenderlo in particolare per le tante recensioni discordanti ma anche perché il terzo volume non era ancora stato pubblicato, tanto meno tradotto (se non erro solo quest'anno la Rizzoli ha preso in mano l'ultimo volume di questa trilogia). Quest'anno, grazie all'uscita del film è stata pubblicata una nuova versione e il costo ridotto mi aveva attratto abbastanza da convincermi a comprarlo, quando poi l'ho trovato praticamente perfetto nella sua copertina rigida in una piccola bancarella dell'usato non ho assolutamente resistito.

L'estetica credo che sia il punto vincete di questo primo romanzo della serie, attira notevolmente l'occhio sia la copertina che le fotografie che si ritrovano al suo interno, segno della passione per la fotografia dell'autore. L'edizione è curata nei minimi particolari, e le pagine dei capitoli hanno una trama anticata davvero elegante. La stessa cura però non si ritrova nella scrittura, le descrizioni sono buone, ma la prosa per i miei gusti risulta un po' troppo semplice.
La trama per quanto originale è anch'essa molto semplice e in alcuni punti risulta scontata, non ho trovato infatti grandi colpi di scena ne situazioni che tenevano incollati alle pagine e sotto questo punto di vista posso anche capire chi ha deciso di non continuare con la serie. L'originalità e i personaggi nel mio caso sono però bastati per farmi appassionare alla storia.
Jacob è un protagonista outsider, per quanto di ricca famiglia non è al centro dell'attenzione dei coetanei, non è popolare e trova difficile relazionarsi per questo motivo ha un unico amico. Nonostante questo si trova subito (o quasi) a suo agio tra i "bambini speciali", questo fatto mi ha fatto un po' storcere il naso, mi è sembrato strano che una persona così introversa stringesse dei legami così velocemente ma è anche vero che, visto il suo ruolo nella storia, questa capacità di stringere amicizia con loro sia solo un ennesimo segno del suo legame con loro.
Tra i diversi personaggi quello che ho apprezzato maggiormente è stato quello di Miss Peregrine, purtroppo la sua figura in questo primo volume è rimasta solo accennata, ma ammetto che non mi dispiacerebbe se nei volumi successivi gli venisse dato un peso maggiore con magari un approfondimento del suo passato. In effetti non mi dispiacerebbe che un po' tutti i personaggi acquisissero uno spessore maggiore, in questo primo volume solo Jacob è il nonno sono stati analizzati sufficientemente, mentre tutti gli altri sono solo accennati e senza però una storia forte alle spalle.

Nonostante le tante lacune presenti nella storia ho apprezzato particolarmente il finale, ha aperto una strada molto interessante per il seguito. Inoltre finalmente si inizia a vedere un po' di azione, si conoscono meglio i mostri e il loro ruolo e non meno importante c'è un evoluzione caratteriale del personaggio principale, che smette finalmente di essere solo una banderuola incapace di scegliere e che si fa travolgere dagli eventi e dal volere altrui.
Questo finale mi fa ben sperare nei confronti di un secondo volume decisamente più movimentato, più intrigante e magari con uno spessore maggiore dei personaggi.

Come ho già accennato le opinioni su questo libro sono molto discordanti, si passa dall'odio all'amore attraverso anche la totale indifferenza. Personalmente non credo che rientri tra i libri da leggere assolutamente, ma la storia mi è piaciuta molto e anche i personaggi sono abbastanza interessanti, quindi ho intenzione di continuarla sopratutto per merito del finale e aspetto con ansia il film!

Voi lo avete letto e avete intenzione di continuare la serie?

Trama:
Quali mostri popolano gli incubi del nonno di Jacob, unico sopravvissuto allo sterminio della sua famiglia di ebrei polacchi? Sono la trasfigurazione della ferocia nazista? Oppure sono qualcosa d'altro, e di tuttora presente, in grado di colpire ancora? Quando la tragedia si abbatte sulla sua famiglia, Jacob decide di attraversare l'oceano per scoprire il segreto racchiuso tra le mura della casa in cui, decenni prima, avevano trovato rifugio il nonno Abraham e altri piccoli orfani scampati all'orrore della Seconda guerra mondiale. Soltanto in quelle stanze abbandonate e in rovina, rovistando nei bauli pieni di polvere e dei detriti di vite lontane, Jacob potrà stabilire se i ricordi del nonno, traboccanti di avventure, di magia e di mistero, erano solo invenzioni buone a turbare i suoi sogni notturni. O se, invece, contenevano almeno un granello di verità, come sembra testimoniare la strana collezione di fotografie d'epoca che Abraham custodiva gelosamente. Possibile che i bambini e i ragazzi ritratti in quelle fotografie ingiallite, bizzarre e non di rado inquietanti, fossero davvero, come il nonno sosteneva, speciali, dotati di poteri straordinari, forse pericolosi? Possibile che quei bambini siano ancora vivi, e che – protetti, ma ancora per poco, dalla curiosità del mondo e dallo scorrere del tempo – si preparino a fronteggiare una minaccia oscura e molto più grande di loro?

Valentina on FacebookValentina on InstagramValentina on Wordpress
Valentina
Lettrice onnivora, educatrice, mamma.
Dei libri amo la capacità di mostrare la complessità del mondo che ci circonda, forse per questo tra i miei generi preferiti rientrano fantascienza, fantapolitica, fiabe tradizionali e saggistica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.